Logo della sperimentazione Logo Anci



Agenda Eventi

<febbraio 2024>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829123
45678910
Eventi:





21 febbraio 2024
Trento - Sala conferenze Zuelli del Palazzo di Giurisprudenza - Via Verdi 53
Lavoro è integrazione? Seminario del Master in Diritto e Politiche delle Migrazioni - DIRPOM di Unitn







News
21 febbraio 2024
Corsi di lingua italiana online gratuiti per universitari con protezione internazionale o speciale
I corsi sono organizzati dalla Società Dante Alighieri. Domande entro il 31 marzo

19 febbraio 2024
Ratificato il Protocollo Italia-Albania sui centri per migranti
Via libera definitivo in Senato alle strutture per le procedure di frontiera e di rimpatrio in Albania

16 febbraio 2024
Da Family for Every Child un toolkit a supporto dell’integrazione dei minori stranieri Soli
L’evento di presentazione si svolgerà online in lingua inglese, mercoledì 21 febbraio 2024 alle ...


Dichiarazione congiunta dei Ministri dell'Interno di Italia, Malta e Cipro e del Ministro della migrazione e dell'asilo della Grecia

la gestione dei flussi migratori


L'Italia, la Grecia, Malta e Cipro, in quanto Paesi di primo ingresso in Europa, attraverso la rotta del Mediterraneo centrale ed orientale, si trovano a sostenere l’onere più gravoso della gestione dei flussi migratori nel Mediterraneo, nel pieno rispetto di tutti gli obblighi internazionali e delle norme dell'UE.

Abbiamo sempre sostenuto con forza la necessità di sviluppare una nuova politica europea in materia di migrazione e di asilo, realmente ispirata ai principi di solidarietà e responsabilità, e che sia equamente condivisa tra tutti gli Stati membri.

Il 10 giugno 2022, abbiamo approvato una Dichiarazione Politica che istituisce un meccanismo di relocation temporaneo e volontario, nonostante i Paesi MED 5 sostenessero uno schema di relocation obbligatoria. Purtroppo, il numero di impegni di relocation assunti dagli Stati membri partecipanti rappresenta solamente una frazione molto esigua del numero effettivo di arrivi irregolari che abbiamo ricevuto finora nel corso di questo anno. Inoltre, a tutt’oggi il meccanismo si è dimostrato lento nel raggiungere il suo obiettivo dichiarato di alleviare quell’onere a cui tutti noi, come Stati membri di prima linea, siamo costantemente esposti, in quanto finora solo un esiguo numero di relocation è stato effettuato. Tutto ciò è increscioso e deludente, soprattutto in questo momento in cui i nostri Paesi devono affrontare sempre più frequentemente una pressione migratoria che sta mettendo a dura prova il nostro sistema di asilo e di accoglienza.

In attesa di un accordo su un meccanismo di condivisione degli oneri che sia efficace, equo e permanente, non possiamo sottoscrivere l'idea che i Paesi di primo ingresso siano gli unici punti di sbarco europei possibili per gli immigrati illegali, soprattutto quando ciò avviene in modo non coordinato sulla base di una scelta fatta da navi private, che agiscono in totale autonomia rispetto alle autorità statali competenti.

Ribadiamo la nostra posizione sul fatto che il modus operandi di queste navi private non è in linea con lo spirito della cornice giuridica internazionale sulle operazioni di search and rescue, che dovrebbe essere rispettata. Ogni Stato deve effettivamente esercitare la giurisdizione e il controllo sulle navi battenti la propria bandiera.

Nel pieno rispetto delle competenze degli Stati costieri in conformità con il diritto internazionale, riteniamo urgente e necessaria una discussione seria su come coordinare meglio queste operazioni nel Mediterraneo, anche garantendo che tutte queste navi private rispettino le pertinenti convenzioni internazionali e le altre norme applicabili, e che tutti gli Stati di bandiera si assumano le loro responsabilità in conformità con i loro obblighi internazionali. Chiediamo alla Commissione Europea e alla Presidenza di adottare le misure necessarie per avviare tale discussione.



dati pubblicazione

Fonte: Ministero dell'Interno
Data: 14/11/2022
Area: area pubblica

link

Tag

Notizia
Dichiarazione



File Allegati
Nessun file allegato...




Ultimi Documenti Pubblicati
13 novembre 2023
Gli Enti della Rete di Assistenza al cittadino straniero
Aggiornamento degli sportelli e delle Amministrazioni attive nella Rete di Assistenza ANCI

09 novembre 2023
Flussi 2023-25, le nuove quote di ingresso per lavoro
Le quote sono distribuite su tre anni per diverse tipologie di lavoro e lavoratori. Il 2 dicembre ...

19 ottobre 2023
Gli Enti della Rete di Assistenza al cittadino straniero
Aggiornamento degli sportelli e delle Amministrazioni attive nella Rete di Assistenza ANCI




Legislazione-Giurisprudenza
03 novembre 2023
Circolare n 5969
D.P.C.M 27 settembre 2023, recante la programmazione dei flussi d’ingresso dei lavoratori non ...

05 ottobre 2023
DECRETO-LEGGE 5 ottobre 2023, n. 133
Disposizioni urgenti in materia di immigrazione e protezione internazionale, nonché per il supporto ...

27 settembre 2023
DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 27 settembre 2023
Programmazione dei flussi d'ingresso legale in Italia dei lavoratori stranieri per il triennio ...




Domande & Risposte
10 novembre 2023
È possibile rilasciare documenti di guida o di circolazione agli stranieri in attesa del rilascio, rinnovo o conversione ... Si, come chiarito dalla circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti "non sussistono ...

10 novembre 2023
Hanno diritto all'assegno unico i titolari di un permesso di soggiorno in fase di rinnovo Si, come chiarito dall'Inps nel messaggio del 25 luglio 2022 se il permesso di soggiorno è scaduto, ...

10 novembre 2023
Un richiedente asilo ancora in attesa del rilascio del permesso di soggiorno può aprire un conto corrente di base? Si, come chiarito dalla Circolare ABI del 19 aprile 2019 anche un richiedente asilo può aprire un ...