Logo della sperimentazione Logo Anci



Agenda Eventi

<maggio 2024>
lunmarmergiovensabdom
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
Eventi:


25 maggio 2024
Roma - Stadio Olimpico e in Piazza San Pietro
Giornata Mondiale dei Bambini - invito



25 maggio 2024
Comune di Trento: Palazzo della Provincia - Sala Depero
19^ edizione del Festival dell'Economia di Trento







News

22 maggio 2024
OIM, Rapporto Mondiale sulle Migrazioni 2024
L'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) ha diffuso il Rapporto Mondiale sulle ...

21 maggio 2024
ANCI: "Missione Italia - PNRR dei Comuni e delle Città 2021/2026"
L'evento si terrà il 4 e 5 luglio 2024 pressole storiche Corsie Sistine di Santo Spirito in Sassia ...


L'Europarlamento ha approvato il nuovo Patto sulle migrazioni e l'asilo

Dopo l'accordo raggiunto con il Consiglio, adottati dieci testi legislativi che riformano le regole esistenti. Ecco i contenuti principali


Il Parlamento europeo ha adottato oggi dieci testi legislativi per riformare la politica europea in materia di migrazione e asilo, come concordato con gli Stati membri dell'UE.

Solidarietà e responsabilità

Per assistere i Paesi dell'UE soggetti a pressione migratoria, gli altri Stati membri contribuiranno trasferendo sul loro territorio i richiedenti asilo o i beneficiari di protezione internazionale, fornendo contributi finanziari o supporto operativo e tecnico. Saranno inoltre aggiornati i criteri in base ai quali uno Stato membro è responsabile dell'esame delle domande di protezione internazionale (le cosiddette regole di Dublino).

Il regolamento sulla gestione dell'asilo e della migrazione, del relatore Tomas TOBÉ (SE, PPE), è stato sostenuto da 322 voti a favore, 266 contrari e 31 astensioni.

Affrontare le situazioni di crisi

Il regolamento sulle crisi e le cause di forza maggiore istituisce un meccanismo per rispondere a improvvisi aumenti degli arrivi, garantendo solidarietà e sostegno agli Stati membri che si trovano ad affrontare un afflusso eccezionale di cittadini di Paesi terzi. Le nuove norme riguarderanno anche la strumentalizzazione dei migranti, cioè quando vengono utilizzati da Paesi terzi o da attori non statali ostili che mirano a destabilizzare l'UE.

Il progetto di legge, del relatore Juan Fernando LÓPEZ AGUILAR (ES, S&D), è stato confermato con 301 voti a favore, 272 contrari e 46 astensioni.

Controllo dei cittadini di Paesi terzi alle frontiere dell'UE

Le persone che non soddisfano le condizioni per entrare nell'UE saranno sottoposte a una procedura di screening pre-ingresso, che comprenderà l'identificazione, la raccolta di dati biometrici e controlli sanitari e di sicurezza, per un periodo massimo di sette giorni. Gli Stati membri dovranno istituire meccanismi di monitoraggio indipendenti per garantire il rispetto dei diritti fondamentali.

Il testo, della relatrice Birgit SIPPEL (DE, S&D), è stato approvato con 366 voti favorevoli, 229 contrari e 26 astensioni. Gli eurodeputati hanno anche approvato le nuove regole per il sistema centralizzato di informazioni sulle condanne (ECRIS-TCN), con 414 voti favorevoli, 182 contrari e 29 astensioni.

Procedure di asilo più rapide

Verrà istituita una nuova procedura comune in tutta l'UE per la concessione e la revoca della protezione internazionale. In futuro, l'esame delle domande di asilo alle frontiere dell'UE dovrà essere più rapido, con scadenze più brevi per le domande infondate o inammissibili.

Il progetto di legge, presentato dalla relatrice Fabienne KELLER (Francia, Rinnovamento), è stato adottato con 301 voti favorevoli, 269 contrari e 51 astensioni. Per la procedura di rimpatrio alle frontiere il risultato è stato di 329 voti contro 253 e 40 astensioni.

Regolamento Eurodac

I dati di coloro che arrivano irregolarmente nell'UE, comprese le impronte digitali e le immagini del volto a partire dai sei anni di età, saranno conservati nella banca dati Eurodac riformata. Le autorità potranno anche registrare se qualcuno può rappresentare una minaccia per la sicurezza o se è stato violento o armato.

Il testo, del relatore Jorge BUXADÉ VILLALBA (ES, ECR), è stato adottato con 404 voti favorevoli, 202 contrari e 16 astensioni.

Regolamento sulle qualifiche (rifugiato e protezione sussidiaria)

Il Parlamento ha anche appoggiato nuovi standard uniformi per tutti gli Stati membri per il riconoscimento dello status di rifugiato o di protezione sussidiaria e per quanto riguarda i diritti concessi a coloro che hanno i requisiti per ottenere la protezione. Gli Stati membri dovranno valutare la situazione nel Paese d'origine sulla base delle informazioni fornite dall'Agenzia europea per l'asilo e lo status di rifugiato sarà rivisto regolarmente. I richiedenti protezione dovranno rimanere nel territorio dello Stato membro responsabile della loro domanda o in cui è stata concessa la protezione.

Guidato dal relatore Matjaž NEMEC (SI, S&D), il testo è stato approvato con 340 voti favorevoli, 249 contrari e 34 astensioni.

Accoglienza dei richiedenti asilo

Gli Stati membri dovranno garantire standard di accoglienza equivalenti per i richiedenti asilo per quanto riguarda, ad esempio, l'alloggio, la scuola e l'assistenza sanitaria. I richiedenti asilo registrati potranno iniziare a lavorare al massimo sei mesi dopo la presentazione della domanda. Le condizioni di detenzione e la restrizione della libertà di movimento saranno regolamentate, per scoraggiare i richiedenti a spostarsi all'interno dell'UE.

L'atto, presentato dalla relatrice Sophia IN 'T VELD (NL, Renew), è stato approvato con 398 voti favorevoli, 162 contrari e 60 astensioni.

Vie sicure e legali verso l'Europa

Nell'ambito di un nuovo quadro sul reinsediamento e l'ammissione umanitaria, gli Stati membri si offriranno, su base volontaria, di ospitare i rifugiati riconosciuti dall'UNHCR provenienti da Paesi terzi, che si recheranno nel territorio dell'UE in modo legale, organizzato e sicuro. La proposta di legge, presentata dalla relatrice Malin BJÖRK (SE, La Sinistra), è stata adottata con 452 voti a favore, 154 contrari e 14 astensioni.

I prossimi passi

Dopo l'approvazione formale del pacchetto da parte del Consiglio, le leggi entreranno in vigore dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. L'applicazione dei regolamenti è prevista tra due anni. Per quanto riguarda la direttiva sulle condizioni di accoglienza, gli Stati membri avranno due anni di tempo per introdurre le modifiche nelle loro leggi nazionali.

Il Parlamento risponde così alle aspettative dei cittadini di rafforzare il ruolo dell'UE nell'affrontare tutte le forme di migrazione irregolare e di rafforzare la protezione delle frontiere esterne dell'Unione Europea, nel rispetto dei diritti umani, di applicare in modo uniforme regole comuni in tutti gli Stati membri sulla prima accoglienza dei migranti, rafforzare il ruolo dell'UE e riformare il sistema europeo di asilo sulla base dei principi di solidarietà e di equa ripartizione delle responsabilità, come espresso nelle proposte 42(2), 43(1), 43(2), 44(1), 44(2), 44(3), 44(4) delle conclusioni della Conferenza sul futuro dell'Europa.



dati pubblicazione

Fonte: Portale integrazione migranti
Data: 12/04/2024
Area: area pubblica

link

Tag

Notizia
UE_Nuovo_patto_migrazioni



File Allegati
Nessun file allegato...




Ultimi Documenti Pubblicati
10 maggio 2024
Gli Enti della Rete di Assistenza al cittadino straniero
Aggiornamento degli sportelli e delle Amministrazioni attive nella Rete di Assistenza ANCI

03 aprile 2024
Pubblicate le Guide CittImm per cittadini e operatori aggiornate a Febbraio 2024
Aggiornata a febbraio 2024 la guida CittImm per i cittadini e la guida per gli operatori del sociale ...

13 novembre 2023
Gli Enti della Rete di Assistenza al cittadino straniero
Aggiornamento degli sportelli e delle Amministrazioni attive nella Rete di Assistenza ANCI




Legislazione-Giurisprudenza
18 marzo 2024
Circolare Ministero dell'Interno Dip.to P.S del 13/09/2023
Procedure informatizzate di rilascio/rinnovo dei titoli di soggiorno. Rilascio del permesso ...

07 maggio 2024
Decreto ministeriale del 28 marzo 2024 n. 50
Costituzione task force lavoro sommerso

10 aprile 2024
Nota della Direzione Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione del 10 aprile 2014 e allegati
D.P.C.M. 27 settembre 2023 “Programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori ...




Domande & Risposte
24 aprile 2024
A chi va inviato l’elenco degli operatori per la presentazione delle domande di ingresso di lavoratori stranieri? La Circolare del Ministero dell’Interno del 24.02.2023, allegata in calce, ha chiarito che ai ...

24 aprile 2024
Quali sono le Organizzazioni datoriali firmatarie del Protocollo d'intesa con il Ministero del Lavoro? L’elenco aggiornato delle Organizzazioni che hanno sottoscritto il Protocollo è disponibile ...

24 aprile 2024
Quale disciplina si applica alle Organizzazioni datoriali firmatarie del Protocollo d'intesa con il Ministero del Lavoro ... La circolare interministeriale del 27 ottobre 2023 prot. 5969 ha precisato che, in caso di sottoscrizione ...